Prima usato soprattutto per curare le patologie gengivali, l’idropulsore dentale è diventato con il passare degli anni un prodotto fondamentale per la pulizia del cavo orale. Questo articolo serve, infatti, a contrastare carie, tartaro, alito cattivo e gengiviti. Usarlo non è difficile ma, così come per qualsiasi altro apparecchio, è importante seguire degli accorgimenti.

L’idropulsore serve a cancellare ogni residuo di cibo che è andato a depositarsi tra i denti. Il getto d’acqua riesce a raggiungere anche zone della bocca in cui è difficile accedere. Si arriva, infatti, in aree dove lo spazzolino non riesce ad arrivare, né ad agire.

I consigli per non sbagliare

L’idropulsore dentale ha un compito ben preciso: spruzzare il getto d’acqua (nel serbatoio possiamo aggiungere pure il collutorio ndr) per eliminare la placca batteria e i residui degli alimenti. Se non vogliamo far danni in tutto il bagno e non infiammare le gengive, dobbiamo però informarci sul suo funzionamento.

L’idropulsore va azionato e usato sul lavandino. Lo spruzzo d’acqua e collutorio deve essere diretto alla dentatura, tenendolo in una posizione perpendicolare. Bisogna naturalmente esercitare maggiore insistenza sugli spazi interdentali. E’ qui che si depositano i residui di cibo e lo sporco. Il getto d’acqua non deve mai essere troppo potente e l’acqua inserita nel serbatoio dovrà essere tiepida. Bandita sia l’acqua troppo fredda che calda.

La cannula dell’idropulsore deve essere posizionata sia sulla superficie esterna che interna dei denti e in particolare negli spazi tra gengive e denti.

Idropulsore e igiene dentale

Chi ha intenzione di raggiungere un’igiene del cavo orale eccellente dovrà far uso dell’idropulsore almeno una volta al giorno. Questo apparecchio va usato dopo aver spazzolato i denti e magari utilizzato il filo interdentale. Da sfatare, infatti, la leggenda secondo cui l’idropulsore dentale andrebbe a sostituire l’uno o l’altro. In realtà l’idropulsore ultima il lavoro fatto in precedenza; la loro azione è complementare.

Gli idropulsori sono apparecchi pratici e funzionali che vanno scelti in base alle esigenze di ciascuno di noi. I modelli in commercio possono essere semplici, ossia caratterizzati da un semplice getto d’acqua, o possono unire al classico spruzzo pure delle microbolle d’aria. Quest’ultimo prodotto è funzionale soprattutto a massaggiare le gengive e a far fronte alla placca batterica che sovente si viene a formare. Si tratta di un modello più innovativo ma ancora meno diffuso tra le quattro mura domestiche. In questa pagina tutte le offerte e le promozioni per scegliere un idropulsore di qualità.

 

27 febbraio 2019